Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Contatti Info
an image
Sindacato Avvocati
Palazzo di Giustizia
Via Lo Feudo, 10
65129 Pescara
Email: info@anfpescara.it

Tel:  085.4514615
Fax: 085.4514614


DAL CONSIGLIO NAZIONALE DI RIMINI IMPORTANTI DECISIONI DELL ' ANF

Dopo il rinnovo delle cariche avvenuto a fine giugno a Roma, si è tenuta a Rimini il 26-27 settembre la prima riunione del Consiglio Nazionale dell'ANF, col neo Segretario Generale Pansini ed il neo Presidente Pacifico al loro esordio nel parlamentino dell'Associazione presente a ranghi pressochè completi. Del resto i punti di grande interesse all'ordine del giorno non mancavano e nella sua relazione Pansini li ha toccati praticamente tutti, dal regolamento sulle specializzazioni a quello elettorale, dalla questione della rappresentanza politica, e dunque dei rapporti con l'OUA, alle tematiche della previdenza, tra l'altro oggetto della Conferenza che la Cassa di Previdenza Forense (il cui Presidente Nunzio Luciano è intervenuto per un saluto ai lavori del CN di ANF) ha tenuto proprio a Rimini nella stessa settimana. Gli argomenti clou sono stati ovviamente quelli del regolamento sulle specializzazioni e quello elettorale. Sul primo argomento la discussione è stata approfondita e vivace, soffermandosi sulle tante criticità che nelle passate settimane abbiamo evidenziato anche in questa newsletter. La conclusione raggiunta, pressochè all'unanimità, è stata quella di dare mandato al Direttivo perchè ponga in essere gli atti funzionali all'impugnativa del provvedimento, vista la inutilità delle varie segnalazioni inviate nei mesi passati al Guardasigilli ed al CNF per interventi correttivi. Per quanto concernente la vicenda del regolamento elettorale, il ritardo di un intervento, legislativo o regolamentare, del Ministro per mettere ordine dopo le pronunce giudiziarie che hanno sancito sotto vari profili l'illegittimità della normativa attuale sta creando grandi problemi. Allo stato, ci sono Ordini le cui elezioni non hanno costituito oggetto di impugnativa, e che dunque operano in una apparente condizione di legittimità, Ordini che hanno rinviato il rinnovo in attesa appunto di modifiche alla vigente normazione, e che operano quindi in regime di prorogatio ormai da mesi, ed infine Ordini il cui rinnovo è stato impugnato perchè avvenuto con violazione dei principi accolti in sede di ricorso e che teoricamente dovrebbero andare a nuove elezioni sulla base di diversi criteri. Insomma, un vero guazzabuglio, che ha spinto l'ANF ad inviare una nota al Ministro per sollecitarne l'intervento. Da registrare in apertura dei lavori anche l'apertura di una nuova sede ANF, quella di Venezia, Foro importante e ricco di tradizioni.

 » indietro

 

varie

News

Adesioni

Area58